The current Bet365 opening offer for new customers is market-leading bet365 mobile app You can get a free bet right now when you open an account.

Sabato 9 giugno, alle ore 17, in piazza Ricasoli a Gaiole in Chianti. La domenica prevista l’escursione al Castello di Malclavello

Sabato 9 giugno, alle ore 17, in piazza Ricasoli a Gaiole in Chianti, sarà presentato ai cittadini il volume dal titolo “Del perduto e ritrovato castello di Malclavello in Chianti”, scritto da Donatella Tognaccini, vincitrice del Clante d’Oro 2017 e da Francesca Marchetti, edizioni Press &Archeos. Il volume è stato pubblicato dalla biblioteca comunale con il contributo del Comune di Gaiole in Chianti. La domenica è prevista l’escursione al Castello di Malclavello con la partecipazione delle autrici e di Renzo Centri.

Di cosa parla il libro: un mistero lungo più di otto secoli ha caratterizzato le vicende dell'antico castello di Malclavello in Chianti, documentato nel corso del XII secolo e considerato scomparso fino al suo fortuito rinvenimento nei boschi oltre Barbischio. Il castello infatti, perduto il nome originario, aveva assunto quello di Serravalle e le strutture medievali erano state inglobate nell'attuale casa colonica. Il presente studio storico-archivistico ed architettonico chiude il cerchio sulle vicende della fortezza, presentando, come in un "giallo" le tappe di questa riscoperta. I documenti antichi e le strutture medievali del castello ci raccontano una storia affascinante, ricca di colpi di scena, che ci permettono di conoscere e quasi di toccare con mano la vita del fortilizio e dei suoi abitanti attraverso i secoli.

“Si tratta di una pubblicazione molto importante  - afferma Emanuele Giunti, assessore alla Cultura – a cui il Comune di Gaiole in Chianti tiene con particolare interesse, per questo abbiamo voluto finanziare l’opera attraverso la biblioteca comunale. Si tratta, infatti, di un contributo originale allo studio dell’identità territoriale e alla scoperta delle nostre radici”. 

La presentazione del libro è stata organizzata nell’ambito della terza edizione del festival “Io sono etrusco”, studi, archeologia, intrattenimento, che si svolgerà a Gaiole in Chianti sabato 9 e domenica 10 giugno con escursioni al villaggio di Cetamura e al castello di Malclavello insieme alle autrici del libro e la presentazione dei risultati di alcuni recenti studi. L’evento è promosso dalla Società Filarmonica di Gaiole in collaborazione con la pro loco e  con il patrocinio del Comune.


Il programma:

sabato 9 giugno, alle ore 10, visita guidata allo scavo archeologico del villaggio etrusco di Cetamura, con la direttrice di scavo Nancy T.de Grummond dalla Florida State University. Il ritrovo sarà nel piazzale di Cetamura, all’imbocco del sentiero per l’area archeologica, lungo la strada provinciale 429 in località Croce di Porcignano.

Domenica 10 giugno, alle 9 e 30  escursione al castello di Malclavello a cura di Renzo Centri e con la partecipazione delle autrici del libro. Il ritrovo alle 9 e 30 è al posteggio pubblico di Barbischio.

Alle 17, nella sala del circolo filarmonico di Gaiole in Chianti, presentazione dei lavori del dottor Jacopo Tabolli, funzionario della sovrintendenza archeologica, belle arti e paesaggio. A seguire Etruschi e Rinascimento, ricerca e celebrazione dell’Etruria Medicea a cura di L. Pecchioni scrittore ed editore, e F. Pollastri scrittore e archeologo. E poi ancora: Fotogrammetria da drone, terrestre e di dettaglio, nuove documentazioni digitali a Cetamura con la dottoressa Nancy de Grummond e la dottoressa Lisa Afeltra della cooeprativa Ichnos. Q&A dibattito. Infine: Civitamura nel Medioevo con la dottoressa Nancy de Grummond.

Alle 20 e 30 cena di Gala etrusca su prenotazione presso i locali del circolo filarmonico di Gaiole in Chianti. Info e prenotazioni 0577749418;  3331239638; 3392096489; 3332367340

Le autrici del volume: Donatella Tognaccini, è nata a Gaiole in Chianti nel 1962. Ha compiuto studi classici e si è laureata in Lettere all’Università di Siena con una tesi in Storia dell’Arte Medievale. Insegna italiano e latino in un liceo senese, fa parte del Centro di Studi Storici Chiantigiani e ha pubblicato numerosi libri sulla storia, l’arte e l’architettura locale. Nel 2017 ha ottenuto dal Comune di Gaiole in Chianti il Clante d’oro per la sua opera letteraria di ricerca storico artistica e di promozione culturale.

Francesca Marchetti vive e lavora a Siena, è architetto libero professionista e si occupa di restauro e ristrutturazione di edifici. Sin dalla laurea in architettura all’università di Firenze, con una tesi in storia e restauro delle strutture architettoniche ha dedicato particolare interesse al territorio chiantigiano. Con Donatella Tognaccini ha effettuato vari studi su questa zona.