Rappresentazione Pieve San Marcellino nella Mappa dei Capitani di parte Guelfa

Storia

La Pieve di San Marcellino ha sempre rivestito una grande importanza su tutto il territorio circostante e i Ricasoli, che avevano diritti anche sulla curtis,ne ebbero il patronato fin dal 963. Nel 1039 Azzo di Geremia Ricasoli cedette al fratello tutti i diritti che aveva sul distretto di San Marcellino.

L'importanza di San Marcellino é sottolineata anche dal fatto che nel 1029 fu scelta come sede di un convegno che avrebbe dovuto dirimere la controversia fra le diocesi di Siena e Arezzosull'appartenenza di alcune pievi. Il vescovo di Siena si rifiutò di aprtecipare e la controversia si concluse soltanto nel XIII secolo quando la zona del Chianti su assegnata alla diocesi di Arezzo. A San Marcellino nel 1176 fu stabilito il confine, poi riconfermato nel 1203 col Lodo di Poggibonsi, fra il territorio fiorentino e senese.

Nelle vicinanze, alla fine del XIX secolo, venne scoperta una necropoli romana risalente al II-III secolo d.C. mentre altre tombe d'età imperiale vennero scoperte nei pressi della pieve. Ai primi del XX secolo nel muro della casa canonica furono rinvenuti due cippi marmorei con iscrizioni databili entrambi al II secolo d.C. Uno recava la scritta: TIBERIUS - CLAUDIUS - GLYPTUS / L-A-D-D ( Tiberius Claudius Glyptus locum adquisivit decreto decurionum) mentre sull'altro vi era inciso: ...PATRONIS PRAES/ TANTISSIMIS/ FFL - SECUNDINUS ET/ PERELIANUS PROC-SUMR/ EX VOTO LOCAVE- RUNT/ CURAN...( probabilmente si tratta di un ex-voto che i liberti Secondino e Pereliano fanno ai loro padroni).

Cenni descrittivi

La pieve di San Marcellino venne completamente ricostruita alla metà dell'Ottocento secondo il gusto dell'epoca. Il corpo della chiesa conserva la sua antica struttura a tre navate, quasi a croce greca, i di cui archi laterali osano su piccolissime colonne di materia, misure e con capitelli diversi tra loro».

Nella pieve si conservano otto colonne e altrettanti capitelli di ordine corinzio già impiegati nella chiesa demolita nell'Ottocento. Le colonne sono state realizzate con materiali pregiati quali Marmo pario, Marmo cipollino e breccia africana e di queste sei sono ancora usate in chiesa.Gli otto capitelli sono posti: due in chiesa sulle colonne ai lati del portale, cinque nella casa canonica mentre l'ultimo è posto sulla sommità della cappella mortuaria del vicino cimitero ed usato come base di una croce in ferro; tutti i capitelli presentano una eterogenea qualità artistica e un altrettanto varia collocazione cronologica tra la metà del I secolo d.C. e la fine del II e sembrano provenire da alcuni tempietti votivi per la adorazione delle divinità campestri.

Coordinate Geografiche:

latitudine 43° 24' 25,60" N
longitudine 11° 25' 22,50" E
Pieve di San Marcellino - Il campanile
Pieve di San Marcellino - Il campanile
Pieve di San Marcellino - Particolare del campanile
Pieve di San Marcellino - Interno della pieve
Pieve di San Marcellino - Particolare di un capitello

News

19/01/2019
Processionaria del Pino - Informazioni per il contenimento
La Regione Toscana ha messo a disposizione l'allegato opuscolo conten
... [ continua ]
09/01/2019
Progetto Servizio Civile di interesse regionale
LA SOCIETA' DELLA SALUTE SENESE RENDE NOTO: "AVVISO PER LA SELEZ
... [ continua ]
05/01/2019
Convocazione del Consiglio Comunale per il giorno 11 Gennaio 2019 alle ore 18.00
Si comunica che il prossimo Consiglio Comunale si svolgerà presso
... [ continua ]
29/12/2018
Bando di concorso per la mobilità negli alloggi di edilizia residenziale pubblica (E.R.P.) – anno 2018 - pubblicazione graduatoria provvisoria
Si informa che in data odierna è stata pubblicata all’Alb
... [ continua ]
21/12/2018
Pubblicizzazione dei nuovi dati censuari delle particelle catastali oggetto di aggiornamento a seguito delle dichiarazioni rese agli organismi pagatori nell'anno 2018.
Per quanto in oggetto si prega consultare l'allegato.
... [ continua ]

Newsletter

Gaiole SMS

Per ricevere gratuitamente e in tutta comodità le comunicazioni di servizio del Comune di Gaiole in Chianti, sul tuo cellulare, segui questo link per iscriverti.

 

Le comunicazioni riguarderanno le seguenti categorie di servizi:


  • Viabilità ed emergenze
  • Cultura/eventi
  • Scuola
  • Servizi sociali
  • Appuntamenti istituzionali
  • Servizi comunali

Consorzio di bonifica

Centralino
tel. 0577 744711
fax. 0577 744740
nr. verde 800 012 661

Posta elettronica certificata
comune.gaioleinchianti@postacert.toscana.it

COMUNE di GAIOLE IN CHIANTI
via Ricasoli, 3
53013 Gaiole in Chianti (SI)
P.I. 00259620524 C.F. 80004040525

 

© Comune di Gaiole in Chianti (SI) - Tutti i diritti riservati