Rappresentazione castello di Cacchiano nella Mappa dei Capitani di parte Guelfa

Storia

Il castello di Cacchiano si trova su un'altura dominante la valle di San Marcellino, fu costruito agli inizi del 1000 sopra i resti di un precedente insediamento romano. Cacchiano nel 1203 fu aggregato al contado di Firenze e fu dominato, fino al 1300, da una famiglia locale, legata alla consorteria dei Ricasoli e detentrice di poteri signorili anche sul castello di Monteluco di Lecchi. Il castello segui strettamente le vicende del vicino castello di Brolio e quindi subì l'assedio degli Aragonesi nel 1452 e nel 1478 venne espugnato e devastato.

Il castello tornato sotto la sovranità di Firenze ed in possesso dei Ricasoli fu ricostruito e divenne luogo di rifugio per i fuoriusciti senesi e base per le nuove ostilità fra le due città rivali. Tra il 1529 e il 1539 fecero varie incursioni nella zona distruggendo e mettendo a fuoco diverse abitazioni e locali accessori.

Cenni descrittivi

Il castello si compone di vari corpi di fabbrica disposti ad "U" intorno ad un cortile, la parte più antica sembrerebbe il fronte meridionale e uno sprone a scarpa, probabile residuo delle mura originarie, realizzati in muratura rustica. Anche nel lato sul cortile dell'ala settentrionale, in un muro rustico, è presente una finestra ad arco in pietra e le tracce di altre quattro. Il lato esterno, invece, é stato totalmente rimaneggiato probabilmente nel 1500. Alla stessa epoca sembrerebbe appartenere anche la semplicissima cappella del portale e l'occhio in pietra serena che si affaccia sul lato meridionale del cortile. Coevi o di poco anteriori potrebbero essere i due bastioni con base a scarpa che si protendono ad est ed a nord; nel primo sono presenti numerose archibugere, il secondo, coronato su due lati da mensole  in pietra stondata, presenta un'archibugera sul lato occidentale.

Coordinate Geografiche:

latitudine 43° 24' 46,30" N
longitudine 11° 25' 35,72" E
Castello di Cacchiano - Veduta aerea
Castello di Cacchiano - Viale di accesso
Castello di Cacchiano - Viale di accesso
Castello di Cacchiano - Mura perimetrali
Castello di Cacchiano - Particolare di un ingresso
Castello di Cacchiano - Particolare
Castello di Cacchiano - Torrione principale
Castello di Cacchiano - Particolare del torrione principale

News

21/02/2018
VARIANTE PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO AMBIENTALE in loc. Adine e Bertinga Prop. Az. Agr. Bertinga S.r.l., con valenza di piano attuativo – ADOZIONE
Con delibera del Consiglio Comunale n. 8 del 13/02/2018, è stata a
... [ continua ]
16/02/2018
Il 23 febbraio Gaiole in Chianti aderisce a M’illumino: lampioni spenti nei giardini comunali di via Roma per tutta la notte
ll Comune di Gaiole in Chianti aderisce come ogni anno a M’illumino
... [ continua ]
15/02/2018
AVVISO DI VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DI BENE IMMOBILE DI PROPRIETA’ COMUNALE POSTO IN LOCALITA’ SAN REGOLO - 5^ procedura
Si informano gli interessati che in pubblicazione all'albo pretorio e
... [ continua ]
08/02/2018
Sicurezza rafforzata: a Gaiole è in funzione il sistema di videosorveglianza
Le telecamere controlleranno Gaiole, Castagnoli, Lecchi e Monti. Il
... [ continua ]
07/02/2018
Convocazione del Consiglio Comunale per il giorno 13 Febbraio p.v. alle ore 21.00
Si comunica che il prossimo Consiglio Comunale si terrà il 13 Febb
... [ continua ]

Newsletter

Gaiole SMS

Per ricevere gratuitamente e in tutta comodità le comunicazioni di servizio del Comune di Gaiole in Chianti, sul tuo cellulare, segui questo link per iscriverti.

 

Le comunicazioni riguarderanno le seguenti categorie di servizi:


  • Viabilità ed emergenze
  • Cultura/eventi
  • Scuola
  • Servizi sociali
  • Appuntamenti istituzionali
  • Servizi comunali

Consorzio di bonifica

Centralino
tel. 0577 744711
fax. 0577 744740
nr. verde 800 012 661

Posta elettronica certificata
comune.gaioleinchianti@postacert.toscana.it

COMUNE di GAIOLE IN CHIANTI
via Ricasoli, 3
53013 Gaiole in Chianti (SI)
P.I. 00259620524 C.F. 80004040525

 

© Comune di Gaiole in Chianti (SI) - Tutti i diritti riservati