Rappresentazione di Lecchi in Chianti nella Mappa dei Capitani di parte Guelfa

Storia

Lecchi in Chianti é  posta alla base dell'altura sulla quale sorge il castello di Monteluco a Lecchi, in prossimità del torrente Massellane.

La prima memoria certa su Monteluco risale al 1176, quando compare tra i castelli che i senesi dovettero cedere a Firenze. Nel 1182 l'abate di Coltibuono rinunciò ai beni che possedeva a Monteluco a favore di Drudolo di Cacchiano ma in questa zona per molti anni continuarono ad avere forti interessi anche i Mazzalombardi del vicino castello di Tornano.

Il privilegio dell'imperatore Enrico VI ribadì comunque, nel 1167, l'appartenenza di questo castello a Ranieri Ricasoli (poi confermata nel 1210 da Ottone IV) ma il dominio su Monteluco fu esercitato fino al XIV secolo anche da un gruppo familiare minore, insediato a Cacchiano. Per la sua posizione strategica il castello subì ripetute offensive da parte di Siena nel XIII secolo ed in seguito anche durante le guerre aragonesi (secolo XV) ed all'inizio del Cinquecento. 

Il borgo di Lecchi, con le sue caratteristiche case in pietra di origine medioevale, si sviluppa attorno alla canonica di San Martini de Lecchio, che appare nelle decime della fine del 1200.   

Cenni descrittivi

Il castello si compone di due nuclei ben distinti: uno più ampio e complesso sulla sommità della collina, che domina la valle del Massellone, ed un avamposto più in basso lungo la strada di accesso. Questo ha la forma di poderoso torrione in filarotto d'alberese e reca ancora la porta e, sia pur richiuse, le originarie finestre ad arco, a ciascun piano.

Il complesso superiore si svolge tutto attorno ad un cortile, al quale si accede per un unico portale, sormontato da un elegante arco in pietra e mattoni. A destra di esso è un fabbricato con pochi resti di un apparato, a sporgere in un angolo. Sulla sinistra, invece, sporge fortemente dalle mura un grosso e solido edificio, la cui importanza é rilevata dall'accuratezza del muro in filarotto, senza tracce di aperture verso l'esterno e che si può supporre fosse il mastio, probabilmente in origine ben più alto.

Altro fabbricato coevo sorge sul lato opposto del cortile con una porta ad arco ribassato. Questi tre edifici sono poi rilegati all'esterno da una cintura ininterrotta di mura.

Il borgo che si sviluppa lungo la via principale che dalla valle del Massellone  sale verso Ama ha mantenuti inalterati nel tempo i caratteri tipici dei vicoli e delle sue costruzioni.

Coordinate Geografiche:

latitudine 43° 25' 59,57" N
longitudine 11° 24' 00,18" E
Monteluco di Lecchi - Panorama
Monteluco di Lecchi - Avanposto
Monteluco di Lecchi - Castello
Monteluco di Lecchi - Ingresso
Monteluco di Lecchi - Ingresso
Lecchi in Chianti - Stradina sui vigneti
Lecchi in Chianti - Chiesa di San Martino
Lecchi in Chianti - Via principale

News

21/11/2017
Convocazione Commissione per il Paesaggio
Si informa che la Commissione per il Paesaggio si terrà il giorno
... [ continua ]
20/11/2017
Regolamento manufatti adibiti ad attività venatoria
Con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 61 del 09/11/2017 è st
... [ continua ]
20/11/2017
Regolamento recinzioni per le attività agricole
Con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 62 del 09/11/2017 è st
... [ continua ]
16/11/2017
Bando di concorso per l'assegnazione di alloggi di ERP per l'anno 2017 – pubblicazione graduatoria definitiva e graduatoria speciale definitiva
Si informa che in data odierna sono state pubblicate all’Albo Preto
... [ continua ]
15/11/2017
Riapertura Biblioteca Comunale
Si comunica a tutta la cittadinanza che da domani, giovedi 15 novembre, l
... [ continua ]

Newsletter

Gaiole SMS

Per ricevere gratuitamente e in tutta comodità le comunicazioni di servizio del Comune di Gaiole in Chianti, sul tuo cellulare, segui questo link per iscriverti.

 

Le comunicazioni riguarderanno le seguenti categorie di servizi:


  • Viabilità ed emergenze
  • Cultura/eventi
  • Scuola
  • Servizi sociali
  • Appuntamenti istituzionali
  • Servizi comunali

Consorzio di bonifica

Centralino
tel. 0577 744711
fax. 0577 744740
nr. verde 800 012 661

Posta elettronica certificata
comune.gaioleinchianti@postacert.toscana.it

COMUNE di GAIOLE IN CHIANTI
via Ricasoli, 3
53013 Gaiole in Chianti (SI)
P.I. 00259620524 C.F. 80004040525

 

© Comune di Gaiole in Chianti (SI) - Tutti i diritti riservati