Rappresentazione di Barbischio nella Mappa dei Capitani di parte Guelfa

Storia

Barbischio è ricordata per la prima volta all'inizio del XI secolo in numerosi documenti provenienti dall'archivio abbaziale di Coltibuono  quale sede di stipula di atti notarili, fatto da mettere in relazione con l' essere la sede di un mercato già attestato nel 1077. Nel 1086 è documentato quale sede di un castellare, denominazione che veniva usata quando un castello era stato privato dell'impianto fortificato.

In seguito deve essersi ripreso tanto che nel 1220 e nel 1240 venne concesso dall'imperatore Federico II ai conti Guidi, per la precisione al ramo dei Battifolle e questi lo tennero fino alla metà del XIV secolo. La signoria dei Guidi è ricordata anche da Giovanni Villani nella sua Nova Cronica e ricorda che gli abitanti del luogo si ribellarono a causa del malo reggimento che il giovane conte Guido di Ugo di Battifolle facea a' suoi fedeli d'opera di femmine.

In seguito il castello e il borgo divennero proprietà dei Ricasoli. Nel 1478 durante la seconda invasione aragonese del Chianti venne occupato dalla truppe napoletane.

Oggi è un piccolo borgo che vive del turismo enogastronomico.

Cenni descrittivi

Dell'antico castello oggi sopravvivono i ruderi di una torre che sovrasta l'abitato. Negli anni ottanta, alla parete della torre originaria, venne addossata una struttura che ha consentito il recupero a fini abitativi della torre senza peraltro alterare la godibilità dei resti medievali. Nel borgo sorge anche la chiesa parrocchiale dedicata a san Jacopo.

Ai piedi del castello si trova il Molino di Barbischio, un complesso abitativo che presenta caratteri medievali dal quale emerge una torre e inoltre si notano altri elementi architettonici notevoli quali un portale ad arco e mensole di apparati a sporgere.

  

Coordinate Geografiche:

latitudine 43° 27' 46,25" N
longitudine 11° 27' 16,81" E
Barbischio - Veduta panoramica
Barbischio - Veduta panoramica
Barbischio - Veduta panoramica
Barbischio - Veduta panoramica
Barbischio - Veduta della torre
Barbischio - Piazzetta
Barbischio - scala di accesso alla torre
Barbischio - Veduta della torre

News

21/02/2018
VARIANTE PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO AMBIENTALE in loc. Adine e Bertinga Prop. Az. Agr. Bertinga S.r.l., con valenza di piano attuativo – ADOZIONE
Con delibera del Consiglio Comunale n. 8 del 13/02/2018, è stata a
... [ continua ]
16/02/2018
Il 23 febbraio Gaiole in Chianti aderisce a M’illumino: lampioni spenti nei giardini comunali di via Roma per tutta la notte
ll Comune di Gaiole in Chianti aderisce come ogni anno a M’illumino
... [ continua ]
15/02/2018
AVVISO DI VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DI BENE IMMOBILE DI PROPRIETA’ COMUNALE POSTO IN LOCALITA’ SAN REGOLO - 5^ procedura
Si informano gli interessati che in pubblicazione all'albo pretorio e
... [ continua ]
08/02/2018
Sicurezza rafforzata: a Gaiole è in funzione il sistema di videosorveglianza
Le telecamere controlleranno Gaiole, Castagnoli, Lecchi e Monti. Il
... [ continua ]
07/02/2018
Convocazione del Consiglio Comunale per il giorno 13 Febbraio p.v. alle ore 21.00
Si comunica che il prossimo Consiglio Comunale si terrà il 13 Febb
... [ continua ]

Newsletter

Gaiole SMS

Per ricevere gratuitamente e in tutta comodità le comunicazioni di servizio del Comune di Gaiole in Chianti, sul tuo cellulare, segui questo link per iscriverti.

 

Le comunicazioni riguarderanno le seguenti categorie di servizi:


  • Viabilità ed emergenze
  • Cultura/eventi
  • Scuola
  • Servizi sociali
  • Appuntamenti istituzionali
  • Servizi comunali

Consorzio di bonifica

Centralino
tel. 0577 744711
fax. 0577 744740
nr. verde 800 012 661

Posta elettronica certificata
comune.gaioleinchianti@postacert.toscana.it

COMUNE di GAIOLE IN CHIANTI
via Ricasoli, 3
53013 Gaiole in Chianti (SI)
P.I. 00259620524 C.F. 80004040525

 

© Comune di Gaiole in Chianti (SI) - Tutti i diritti riservati