Castelli e Ville

Rappresentazione castello di Brolio nella Mappa dei Capitani di parte Guelfa

Storia

Il castello di Brolio è di origine longobarda, sebbene dell'antico fortilizio non rimanga oggi alcuna traccia ad eccezione dell’originaria ubicazione. Il suo ruolo nella storia iniziò ad essere rilevante a partire dal XII secolo, quando vi si insediò la potente famiglia dei Ricasoli, ai quali ancora oggi appartiene. La sua posizione strategica era fondamentale per il controllo di quella zona del Chianti ai margini dell'influenza fiorentina, ai confini con il territorio senese. Di conseguenza, fin dal '300, fino alla metà del XVI secolo, il castello è stato al centro dell'astiosa lotta tra Siena e Firenze per l'occupazione di quelle importanti terre di frontiera.
 

... [ continua ]
Rappresentazione castello di Cacchiano nella Mappa dei Capitani di parte Guelfa

Storia

Il castello di Cacchiano si trova su un'altura dominante la valle di San Marcellino, fu costruito agli inizi del 1000 sopra i resti di un precedente insediamento romano. Cacchiano nel 1203 fu aggregato al contado di Firenze e fu dominato, fino al 1300, da una famiglia locale, legata alla consorteria dei Ricasoli e detentrice di poteri signorili anche sul castello di Monteluco di Lecchi. Il castello segui strettamente le vicende del vicino castello di Brolio e quindi subì l'assedio degli Aragonesi nel 1452 e nel 1478 venne espugnato e devastato.

... [ continua ]
Rappresentazione castello di Lucignano nella Mappa dei Capitani di parte Guelfa

Storia

Il castello di Lucignano (Licinianum detta poi Lucignanello), é situato su una collina al confine orientale del Chianti. Il castello e la corte di Lucignano sono attestati, dalla metà del 1100, in molti documenti delle abbazie di Coltibuono e della Berardenga.

... [ continua ]
Rappresentazione castello di Meleto nella Mappa dei Capitani di parte Guelfa

Storia

Dal 1085 fin verso la metà del 1200 ebbero possedimenti presso Meleto i monaci di San Lorenzo a Coltibuono. Non sappiamo con precisione quando Meleto si sviluppo in castello, forse verso la fine del 1100 o gli inizi del 1200 quando vi si insediò un ramo dei Firidolfi-Ricasoli. Nel 1269 esisteva una torre ed una casa di proprietà di "Rainerii de Ricasoli", come documentato dal "Libro degli Estimi" dei guelfi fiorentini. Il castello fu poi ampliato e vi furono costruiti altri edifici cosicché nel 1427 , nelle dichiarazioni fiscali di Andrea di Rinaldo Ricasoli, fu già definito come una fortezza isolata.

... [ continua ]
Castello di Montegrossi - Veduta panoramica

Storia

Il castello di Montegrossi, anche conosciuto come “Montegrossoli” o “Poggio Rodolfo”, era la sentinella e ultimo baluardo del sistema feudale medievale costituito nel Chianti.
Eretto a circa 700 metri di altezza sulla cresta dell'ultimo rilievo della piccola catena montuosa che fa da confine fra i territori del Chianti e del Valdarno Superiore, da sempre oggetto di dispute fra Firenze e i suoi nemici, domina il valico e la strada che collega le due aree, oltre a entrambi i versanti di gran parte della vallata. 

... [ continua ]
Rappresentazione Cast. San Donato in Perano  Mappa dei Capitani di parte Guelfa

Storia

La toponomastica testimonia l'origine etrusca dell'antico insediamento (Peras) che ha visto susseguirsi nel tempo una fattoria romana d'età repubblicana, una villa rustica d'età imperiale e una curtis medioevale. Attorno all'anno Mille il piccolo villaggio formatosi già da secoli attorno ad una cappella intitolata a San Donato, il vescovo di Arezzo martirizzato dai pagani nel IV secolo d.C., venne fortificato ed inglobato nella fitta rete dei castelli chiantigiani di età medioevale.

... [ continua ]
Rappresentazione di San Polo in Rosso nella Mappa dei Capitani di parte Guelfa

Storia

La prima menzione della Pieve di San Polo in Rosso si trova in un atto di donazione del 1070 della Badia di Coltibuono; nel 1103 in una bolla papale la chiesa é segnalata sotto il diretto dominio del vescovo di Fiesole. Le sue vicende successive non sono ben conosciute. Nel 1300 San Polo in Rosso aveva già l'assetto di una fortezza, appartenente ai Ricasoli che erano anche i patroni della pieve.

... [ continua ]
Rappresentazione grafica del Castello di Tornano

Storia

La curtis di Tornano é nominata in un documento, attribuibile alla seconda metà dell'anno 1000, che é conservato nell'archivio di Badia a Coltibuono. Molte carte di Coltibuone  del secolo XII  contengono riferimenti a Tornano come luogo di stipula di contratti. Insieme al vicino castello di Campi, nel 1167, Tornano fu tolto dalle autorità imperiali a Guarnellotto dei Mazzalombardi e assegnato a Ranieri dei Firidolfi-Ricasoli e nove anni dopo ne fu sancita l'appartenenza al contado di Firenze.

... [ continua ]
Torri di Cancelli - Veduta panoramica

Storia

Due  atti di compravendita presenti nell'archivio di Coltibuono, una del 1085 e l'altra senza datazione ma certamente coeva, hanno per oggetto appezzamenti di terreno in località Cancelli. Non si conoscono altre notizie su questo luogo che fu certamente subordinato al castello di Montegrossi.

... [ continua ]
Vistarenni - Veduta panoramica

Storia

In origine era conosciuta come Fisterinne e con questo nome, non si sa se riferito ad un castello o a un villeggio, la troviamo citata per la prima volta in una carta della Badia a Coltibuono risalente al 1033; in tale atto stilato nel castello di Montegrossi venivano definiti i confini con san Donato in Perano.

... [ continua ]

News

21/11/2017
Convocazione Commissione per il Paesaggio
Si informa che la Commissione per il Paesaggio si terrà il giorno
... [ continua ]
20/11/2017
Regolamento manufatti adibiti ad attività venatoria
Con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 61 del 09/11/2017 è st
... [ continua ]
20/11/2017
Regolamento recinzioni per le attività agricole
Con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 62 del 09/11/2017 è st
... [ continua ]
16/11/2017
Bando di concorso per l'assegnazione di alloggi di ERP per l'anno 2017 – pubblicazione graduatoria definitiva e graduatoria speciale definitiva
Si informa che in data odierna sono state pubblicate all’Albo Preto
... [ continua ]
15/11/2017
Riapertura Biblioteca Comunale
Si comunica a tutta la cittadinanza che da domani, giovedi 15 novembre, l
... [ continua ]

Newsletter

Gaiole SMS

Per ricevere gratuitamente e in tutta comodità le comunicazioni di servizio del Comune di Gaiole in Chianti, sul tuo cellulare, segui questo link per iscriverti.

 

Le comunicazioni riguarderanno le seguenti categorie di servizi:


  • Viabilità ed emergenze
  • Cultura/eventi
  • Scuola
  • Servizi sociali
  • Appuntamenti istituzionali
  • Servizi comunali

Consorzio di bonifica

Centralino
tel. 0577 744711
fax. 0577 744740
nr. verde 800 012 661

Posta elettronica certificata
comune.gaioleinchianti@postacert.toscana.it

COMUNE di GAIOLE IN CHIANTI
via Ricasoli, 3
53013 Gaiole in Chianti (SI)
P.I. 00259620524 C.F. 80004040525

 

© Comune di Gaiole in Chianti (SI) - Tutti i diritti riservati