Borghi

Rappresentazione di Adine nella Mappa dei Capitani di parte Guelfa

Storia

Una "cartula offersionis" del monastero di San Lorenzo a Coltibuono, datata 27 gennaio 1070, costituisce la più antica memoria scritta di Adine, "focus in comitati, Fiorentino et Fesulano".

Da altri documenti, egualmente dell'XI secolo, nei quali si parla di "casas, terras et vineas", si desume che all'epoca Adine fosse un villaggio rurale, probabile erede di un precedente insediamento Romano la cui esistenza è attestata dai resti di una piccola necropoli rinvenuti nei dintorni dell'abitato, in località "Pozza dei Morti".

... [ continua ]
Rappresentazione di Ama nella Mappa dei Capitani di parte Guelfa

Storia

Ama è in un’area di grande antichità di insediamento, come concordemente testimoniano l’archeologia e la toponomastica. È presumibile una continuità insediativa ad Ama dalla tarda antichità all’alto medioevo. Tra la fine del XII e gli inizi del XIII secolo si insediò qui una famiglia nobile locale, in rapporto di vassallaggio con i Ricasoli. Lo si deduce dal contenuto di due “privilegi”, il primo dell’imperatore Enrico VI (del 1197) ed il secondo dell’imperatore Ottone IV (del 1210), che nel concedere a Ranieri Ricasoli dei Firidolfi beni e giurisdizioni su alcuni castelli chiantigiani e sui loro uomini, menzionano anche i diritti su un loro fedele: Drudolo da Ama.

... [ continua ]
Rappresentazione di Barbischio nella Mappa dei Capitani di parte Guelfa

Storia

Barbischio è ricordata per la prima volta all'inizio del XI secolo in numerosi documenti provenienti dall'archivio abbaziale di Coltibuono  quale sede di stipula di atti notarili, fatto da mettere in relazione con l' essere la sede di un mercato già attestato nel 1077. Nel 1086 è documentato quale sede di un castellare, denominazione che veniva usata quando un castello era stato privato dell'impianto fortificato.

... [ continua ]
Rappresentazione di Castagnoli nella Mappa dei Capitani di parte Guelfa

Storia

Castagnoli  é citato la prima volta come luogo di rogito di un atto di compravendita di un terreno della vicina località di Montechioccioli, il cui acquirente fu Guglielmo di Guglielmo, membro della famiglia Ricasoli. La presenza del Castello é testimoniata invece da un documento rogato a Coltibuono, il 28 dicembre del 1104, con il quale viene acquisito il Castello e la chiesa intitolata a San Pietro e a San Martino da parte della Badia.

... [ continua ]
Rappresentazione di Lecchi in Chianti nella Mappa dei Capitani di parte Guelfa

Storia

Lecchi in Chianti é  posta alla base dell'altura sulla quale sorge il castello di Monteluco a Lecchi, in prossimità del torrente Massellane.

La prima memoria certa su Monteluco risale al 1176, quando compare tra i castelli che i senesi dovettero cedere a Firenze. Nel 1182 l'abate di Coltibuono rinunciò ai beni che possedeva a Monteluco a favore di Drudolo di Cacchiano ma in questa zona per molti anni continuarono ad avere forti interessi anche i Mazzalombardi del vicino castello di Tornano.

... [ continua ]
Rappresentazione di Rietine nella Mappa dei Capitani di parte Guelfa

Storia

Le origini di Rietine si perdono nella notte dei tempi, infatti il ritrovamento di una tomba lo indicherebbe come un insediamento etrusco del periodo ellenistico (3° secolo. a.C.). Indicazioni più certe si ritrovano nel 1039, in diversi documenti dell'abbazia di Coltibuono, dove Rietine é ricordato per lo più come sede di stesura dei documenti stessi. Nel 1039, infatti, Azzo di Geremia Ricasoli vi redasse un documento con cui cedette al fratello i diritti che aveva sul distretto di San Marcellino.

... [ continua ]
Rappresentazione di San Sano nella Mappa dei Capitani di parte Guelfa

Storia

Il nome del luogo deriva dal martire cristiano Ansano, della famiglia Anicia di Roma, decapitato nel 303 per ordine del proconsole Lisia, da cui Sant'Ansano e poi San Sano.

L'insediamento era probabilmente fortificato con all'interno un mastio di piccole dimensioni ed una chiesa già inserita nelle decime papali del 1276/1277 che, insieme a quella di Adine, fece parte della Pievania di San Polo in Rosso di cui i Ricasoli ebbero il patronato.

... [ continua ]
Rappresentazione di Starda nella Mappa dei Capitani di parte Guelfa

Storia

La sua origine risale intorno all'anno 1000, quando probabilmente fu fondata dai Conti Guidi, con la classica struttura del piccolo borgo medioevale fortificato. E' però difficile avere la certezza di chi edificò Starda, anche perché nella zona oltre ai Guidi gravitavano altre due potenti famiglie: gli Umbertini e i Tarlati.

Con la sua funzione mercantile, Starda si trovava sulla direttrice che da Arezzo passava per Montevarchi. E’ proprio per questa sua posizione strategica che Starda non ebbe mai pace e fu a lungo contesa tra Firenze e Siena nel corso delle numerose guerre tra le due città.

... [ continua ]
 Rappresentazione di Vertine nella Mappa dei Capitani di parte Guelfa  1580-1595

Storia

A un documento privato del dicembre 1013 risale la prima testimonianza sicura sul castello di Vertine, Nel 1049 la chiesa, poi monastero, di S. Lorenzo a Coltibuono riceveva in dono una parte del castello e della torre di Vertine, e beni fondiari nella circoscrizione castrense. Possedimenti di famiglie diverse in Vertine e nel suo territorio sono documentati nelle carte di Coltibuono dei secoli XI e XII. Nel 1202 si ha il primo accenno positivo all'insediamento in Vertine dei Ricasoli, che ne sarebbero stati poi signori sino in epoca moderna.

... [ continua ]

News

21/11/2017
Convocazione Commissione per il Paesaggio
Si informa che la Commissione per il Paesaggio si terrà il giorno
... [ continua ]
20/11/2017
Regolamento manufatti adibiti ad attività venatoria
Con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 61 del 09/11/2017 è st
... [ continua ]
20/11/2017
Regolamento recinzioni per le attività agricole
Con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 62 del 09/11/2017 è st
... [ continua ]
16/11/2017
Bando di concorso per l'assegnazione di alloggi di ERP per l'anno 2017 – pubblicazione graduatoria definitiva e graduatoria speciale definitiva
Si informa che in data odierna sono state pubblicate all’Albo Preto
... [ continua ]
15/11/2017
Riapertura Biblioteca Comunale
Si comunica a tutta la cittadinanza che da domani, giovedi 15 novembre, l
... [ continua ]

Newsletter

Gaiole SMS

Per ricevere gratuitamente e in tutta comodità le comunicazioni di servizio del Comune di Gaiole in Chianti, sul tuo cellulare, segui questo link per iscriverti.

 

Le comunicazioni riguarderanno le seguenti categorie di servizi:


  • Viabilità ed emergenze
  • Cultura/eventi
  • Scuola
  • Servizi sociali
  • Appuntamenti istituzionali
  • Servizi comunali

Consorzio di bonifica

Centralino
tel. 0577 744711
fax. 0577 744740
nr. verde 800 012 661

Posta elettronica certificata
comune.gaioleinchianti@postacert.toscana.it

COMUNE di GAIOLE IN CHIANTI
via Ricasoli, 3
53013 Gaiole in Chianti (SI)
P.I. 00259620524 C.F. 80004040525

 

© Comune di Gaiole in Chianti (SI) - Tutti i diritti riservati